Dinamizzatore elettrico in legno e rame per preparati biodinamici - 18Lt

La dinamizzazione è il punto fondamentale e basilare dell’agricoltura biodinamica e ne rappresenta il fattore centrale per l’attivazione del preparato biodinamico. È un processo di movimento ritmico e di caotizzazione e conseguente ricreazione guidata con formazione di vortici destrorsi e sinistrosi che consente di comunicare l'informazione di un principio attivo con ogni molecola d'acqua.

NON IN VENDITA

Nel caso si debbano trattare vaste superfici, è permesso mescolare il “cornoletame”  con un agitatore meccanico, o non è bene?

Il problema è se si debbono prendere le cose con scrupolosa severità, o se si possa decidere di scivolare un po’ alla volta sulla via dei surrogati. È fuori dubbio che il mescolare la soluzione a mano è ben diversa che farlo per mezzo di una macchina. Naturalmente un cultore delle macchine non vorrà ammetterlo. Ci si figuri però quale immensa differenza vi è se realmente si agita la soluzione a mano, con la presenza cioè di tutti i sottili movimenti che la mano genera nell’agire, con tutto il resto che accompagna il processo e magari anche  con le sensazioni, oppure se si agita semplicemente a macchina. Certo la gente non crede che ci sia questa differenza, ma la si osserva perfino in campo medico. Mi si creda, non è lo stesso preparare un medicamento manualmente oppure fabbricarlo a macchina. L’uomo passa qualcosa a ciò che lavora, se esegue di persona la lavorazione; è qualcosa che non deve far sorridere. RUDOLF STEINER – Opera Omnia n° 327 Impulsi scientifico-spirituale per il progresso dell’Agricoltura.